Visalus sfida il Tennistavolo: passatempo o sport olimpico?

Con questo articolo vorremmo sfatare il mito del ping-pong giocato in jeans e camicia!

Diversi studi scientifici dimostrano che durante una partita di “ping-pong” si ha lo stesso consumo energetico che si ha in una partita di basket.

La maggior parte dei giocatori a livello agonistico usano bevande energetiche, seguono diete, si allenano sulla tecnica e nella preparazione fisica, sono seguiti da allenatori, fisioterapisti e motivatori. ViSalus è una multinazionale che fornisce agli atleti tutto ciò di cui hanno bisogno: una corretta linea alimentare da seguire, allenamenti specifici e consapevolezza di se stessi per essere al Top della forma fisica e mentale. Quest’azienda ha sfidato il mondo italiano del “ping-pong” cercando di elevare la visibilità di questo sport con il proprio supporto. Abbiamo raccolto negli ultimi mesi diverse testimonianze di atleti ed allenatori professionisti che si sono appoggiati a questa piattaforma, anzi LA piattaforma numero 1 al mondo.

Alessandro Baciocchi Tennistavolo

Visalus sostiene Alessandro Baciocchi

Alessandro Baciocchi, atleta della nazionale italiana assoluta afferma: “Ho sempre faticato a trovare degli alimenti che mi diano sazietà e allo stesso tempo energie per affrontare la gara, il Vi-Shape è stata la soluzione! Lo bevo mezzora prima della gara e riesco a dare sempre il 100%”.

Massimiliano Mondello, tra i migliori giocatori italiani di tutti i tempi, sostiene: “Federico mi ha fatto conoscere questa piattaforma e devo dire che i risultati ci sono. La consiglio a tutti gli atleti che alleno e credo che anche gli altri allenatori dovrebbero interessarsi per migliorare il rendimento e la performance dei loro allievi!”

È curioso come la visibilità di uno sport modifichi la sua vera essenza e qualità: il calcio, in primis, siamo abituati a vederlo negli stadi con decine di migliaia di tifosi, e di conseguenza lo vediamo come uno sport faticoso e degno di tale titolo. Il tennistavolo è sport olimpico e nelle gare ufficiali le tribune sono gremite di tifosi che esultano, urlano, si emozionano per la propria squadra, ci sono arbitri e professionisti di settore. Due sole differenze portano il pensiero comune e la cultura delle persone a dare delle etichette: la visibilità e il denaro. Ciò porta la massa a parlare di calcio, e non di “giocare a pallone”; e ancora a pensare “ping-pong” piuttosto che tennistavolo.

La missione è di cambiare tutto questo, di cambiare il mondo del tennistavolo, portandolo ad un livello superiore, di far parlare del tennistavolo come si parla al giorno d’oggi di calcio!

 

-Francesco Baciocchi-

Nessun commento ancora

Lascia un commento